Browsed by
Author: wp_1649407

Designer, un mestiere che attira

Designer, un mestiere che attira

Ne sentiamo spesso parlare, ma da dove viene la parola Designer, che significato ha il termine Designer, quante tipologie di Designer esistono?

La parola Designer proviene dalla lingua inglese e significa Progettista.
Non vi nego che  la prima volta che l’ho letto, ci sono rimasto un po deluso.  Sono un Web Designer / Graphic Designer, in passato ho studiato e mi sono dedicato al 3D ed agli effetti speciali, ed ho sempre cercato di diventare un artista, più che un progettista.

Probabilmente è proprio grazie ad un’abilità tecnica unita alla creatività che sono riuscito a trovare lavoro, unendo l’utile al dilettevole. Un artista puro ha una vita molto più impegnativa dal punto di vista economico.

Wikipedia definisce un designer in questo modo:

Con il termine di Designer si indica una figura professionale che si occupa della progettazione di moltissimi tipi di artefatti [..]
Questa professione tipicamente comporta la necessità di possedere spiccate doti creative e di avere, al contempo, una o più aree di competenza tecnica specifica. Inoltre, si deve possedere un solido bagaglio culturale che riguarda molteplici campi della conoscenza umana.

La tipologia d’artefatto definisce la sottocategoria di un Designer. Ne esistono principalmente due:

  • Designer Industriale: progettista di beni di consumo di varia natura (es. oggetti per la casa, mezzi di trasporto, ecc.)
  • Design della comunicazione: progettista per la comunicazione visiva (es. prodotti editoriali, identità aziendali, interfacce uomo macchina, ecc.)

Le sottocategorie di designer, e quindi quale nome dare al vostro mestiere esattamente ve li elenco qui sotto (sono sicuro che non sono neanche tutti):

  • Graphic Designer
  • Fashion Designer
  • Game Designer
  • Industrial Designer
  • Interior Designer
  • Lighting Designer
  • Food Designer
  • Landscape Designer
  • Web Designer
  • UX Designer
  • Interaction Designer
  • Product Designer
    • Forniture Designer
    • Boat Designer
    • Car Designer
    • Medical Designer
    • Engineering Designer
  • Service Designer
  • Social Designer
  • Motion Graphic Designer
  • Type Designer
  • Production Designer
  • Istructional Designer

Mi dedicherò ad approfondirle una per una, ma per ora, ringrazio il sito theperfectjob che ci aiuta a capire cosa fa qualche tipo di designer nello specifico.

A presto al prossimo articolo e approfondimento.

Certificato del tuo bimbo interiore

Certificato del tuo bimbo interiore


Dentro di voi c’è molta creatività strettamente legata al vostro essere bambini, ma come possiamo tornare alla nostra infanzia?
Leggete qui sotto e datevi il diritto di fare , OGGI, una, due, se non tutte le cose scritte qui sotto.


Questo certificato ti da il diritto di:

Camminare sotto la pioggia
Saltare nelle pozzanghere
Correre verso l’arcobaleno
Annusare i fiori
Fare le bolle di sapone
Fare un brutto scherzo
Cambiare idea
Costruire un castello di sabbia
Ammirare le stelle e la luna
Salutare chiunque per la strada
Cantare in bagno
Essere allegro
Leggere un libro per bambini
Dare di matto
Ballare con nonna
Comprare un nuovo paio di scarpe
Camminare mano nella mano
Condividere baci ed abbracci
Ridi e piangi da solo
Vagabondare
Far finta di dormire
Sentirti strano
Smetterla di sentirti in colpa
Non vergognarti
Non rimanere innocente
Compiere 2000 errori
Fare ammenda
Dire “Mi dispiace”
Pensare a qualcuno o a qualcosa di stupido
Dire si e no allo stesso tempo
Urlare “INDIVIA”
Evocare tutti gli gnomi
Fare domande stupide
Camminare sopra un muro
Cantare tanto per cantare
Parlare con gli animali
Avere un amico immaginario
Tirare qualcosa
Arrampicarti su un albero
Fare un pisolino
Sentirsi di fare nulla
Sognare ad occhi aperti
Divertirsi con dei giocattoli
Avere i piedi sporchi
Mangiare e parlare allo stesso tempo
Imparare nuove cose
Smontare qualcosa
Inventare nuove regole
Piangere per ogni piccola cosa
Leggere un libro sotto le coperto con una torcia
Salvare il mondo
Avere i brufoli
Diventare amico di qualcuno
Dimenticare il tuo nome
Ordinare il gelato più grosso
Comportarti come se tu fossi il primo inventore di tutto sulla faccia della terra

Non è mai troppo tardi per vivere un infanzia felice!

Willem Stortelder
Lochem – Olanda
29 Settembre 2010

Cos’è la creatività?

Cos’è la creatività?

David Bohm disse:

La creatività è, dal mio punto di vista,
qualcosa che è impossibile definire verbalmente.

quindi, se non è possibile comunicare cos’è la creatività, come faccio a scriverlo in questo blog?
Houston, abbiamo un problema!

Tranquilli,  Bohm ha solo affermato che la creatività è un esperienza (da vivere per afferrarla appieno), un po come la spiritualità, ci invita a provarla.
Quindi prima di avventurarti nella lettura di questo blog, alla ricerca della formula magica sulla creatività, ricordati di non attendere per incominciare a creare qualcosa. Crea qualcosa di IMPERFETTO, di piccolo, oggi, ora! E continua a farlo giorno per giorno … ricordati sempre che è un esperienza prima di tutto.

A scuola, a casa, fin da piccoli ci insegnano a pensare, ragionare, a risolvere problemi, spesso rimanendo all’interno di confini, regole, ben delineate. In molti dei sistemi familiari o scolastici, manca l’attenzione o la consapevolezza verso i processi creativi. Non ci si accorge che nella maggior parte delle culture il pensiero creativo viene coltivato meno del pensiero razionale, e che piano piano tendiamo con gli anni a convincerci che non siamo persone creative, oppure pensiamo che la creatività sia connessa con una dote innata, escludendola totalmente dalla nostra vita.

Un peccato.

Ma nell’affermazione di Bohm c’è qualcosa di stupendo, se la creatività è esperienza, questo vuol dire che basta iniziare e vivere quest’esperienza per diventare ogni giorno sempre più creativi.

Noi tutti abbiamo un genio creativo dentro di noi,
l’unico modo per farlo uscire è l’allenamento.

Dopo di tutto, a chi può essere privata un esperienza? A nessun essere vivente. Siete d’accordo con me che per correre una maratona ci vuole allenamento?
Ecco, lo stesso per la creatività.

In più, la creatività è parte di noi, impossibile da cancellare. E’ un bisogno innato.
Cannatella afferma che:

Il bisogno di creatività è biologicamente, fisicamente, e psicologicamente una parte essenziale della natura umana, importantissimo per la riproduzione della specie, per la crescita e la cultura.

John Cleese dice:

La creatività non è un talento, è un modo di operare

Quindi qualcosa che può essere appreso, un metodo, un modo di pensare.
Non scoraggiamoci!

Riguardo al pensare esiste un altro mito …

Bisogna essere intelligenti per essere creativi?  NO!
E’ scientificamente provato che basta avere un intelligenza di base per poter essere creativi, anzi si incomincia anche a pensare che persone molto intelligenti si auto-riducono il loro potenziale di creatività.

Le credenze, le convinzioni rappresentano le sbarre di una prigione che possiamo piano piano costruire negli anni, il pensiero razionale, basato sull’analisi, sul giudizio, non lascia respiro alcuno alla creatività.

Per ora vi saluto, al prossimo post!

 

 

Perch’è Be-Designer?

Perch’è Be-Designer?

Perché è nato questo progetto?

Per cercare l’equilibrio e trovare la parte creativa, che è dentro di noi.
Nello specifico, mi dedico al mondo dei Designers, ma sono convinto che gran parte di questi contenuti siano applicabili a tutti gli esseri umani, un po come dire:

c’e’ un Designer dentro ogniuno di noi.

Ti sei mai ritrovato a dover creare qualcosa da zero?
Ti sei mai scontrato con questo tipo di paura?
Con quel foglio bianco che ti fa rabbrividire?
Con l’inerzia iniziale di un grande progetto?
Quante volte hai rimandato?
Cosa pensi a riguardo della creatività?
Ce l’hai o non ce l’hai? 
Quali sono i meccanismi della creatività?
Come funziona la nostra mente quando creiamo?
Si può diventare più creativi?

E’ da tempo che lavoro in ambito creativo, sono ormai 15 anni, sono passato per la post produzione video, la grafica 3d, 2d, per infine approdare al Web Design. Poco tempo fa, mi è stato posto un quesito, a seguito di alcuni feedback (consigli) dati riguardo allo sviluppo di un logo, mi sono state fatte queste domande:

Ma tu come hai fatto a diventare quello che sei?
Come fai a darmi questi consigli mirati?
Cosa devo fare io per acquisire queste qualita’ creative?

Non vi nego la mia difficoltà nel formulare una risposta, dato che mi sento ancora un pioniere in questo mondo, alla ricerca di molte risposte, io stesso.
Ma dovendo rispondere, ho cercato in tutti i modi di comunicare il giusto indispensabile per trasmettere il massimo senza confondere troppo quel mio caro amico, ma il percorso che ho fatto, l’intero percorso, e’ complicato trasmetterlo in poche parole!

Mi sono incominciato a chiedere:
Qual’è il percorso più corto ed efficace da compiere per diventare creativo o migliorare come creativo o mantenersi in forma come creativo?
Ed in seguito mi sono chiesto:
Quante persone al mondo, vivono questi dubbi, problemi, dilemmi, anche più volte nella vita? Come posso risolverlo?

Questo blog esiste per rispondere, almeno per ora, a queste 2 domande.

Al prossimo post.

Benvenuto Creativo!

Benvenuto Creativo!

Si,
sei un creativo
.

Pensi di non esserlo?
E se ti dicessi che te lo sei dimenticato?

Sotterrato dai pensieri, convinto che il tuo IO sia veramente SOLO quello che pensi ogni giorno, quello che provi ogni giorno. Abituato a risolvere problemi che esistono e, soprattutto, problemi che non esistono.

La creatività, come la gioia, ed il nostro vero essere, vengono sommersi da questi meccanismi mentali, pensieri razionali, paure, ansie, ecc…
Sotto questo strato di “polvere” c’é infanzia e libertà, voglia di divertimento, totale assenza del giudizio degli altri, totale assenza di competizione, totale assenza di pregiudizi, convinzioni … apertura mentale.

Un percorso tutto da godere.

Quindi “Be”-“Essere” Designer sta per “Creativo Consapevole“.

Benvenuti in quest’area tutta dedicata al divertimento.

Al prossimo articolo.

G.